Cessione del quinto

Cos’è una cessione del quinto e in cosa consiste

La Cessione del quinto è un prestito a tasso fisso rivolto a tutti i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) e ai pensionati.
È l’unico prestito che viene fatto da una banca o da un’agenzia finanziaria le cui rate vengono rimborsate dal datore di lavoro (nel caso dei lavoratori dipendenti) o dall’istituto previdenziale (nel caso dei pensionati) direttamente dalla busta paga o dalla pensione.
Il nome completo di questo prestito è “cessione del quinto dello stipendio o della pensione“; con questo si intende dire che il rimborso viene trattenuto direttamente dallo stipendio netto mensile del richiedente.

Perché si chiama cessione del “quinto”

La somma trattenuta per la rata del rimborso di questo prestito non può superare la quinta parte dello stipendio netto mensile; solo in alcune circostanze (con l’aggiunta di un contratto di delega di pagamento) si può parlare di una rata che arriva fino a due quinti dello stipendio netto mensile (con lo scopo di ottenere un nuovo prestito senza necessariamente estinguere, la cessione del quinto già in essere).

Prerogative per ottenere un prestito con cessione del quinto

Per poter ottenere questo tipo di prestito devono esserci determinate condizioni che variano in base all’agenzia finanziaria, le principali che la Global Finanziamenti richiede sono:

  • Il richiedente deve avere un contratto a tempo indeterminato;
  • Il richiedente deve avere una minima anzianità lavorativa (in base all’ente che eroga il prestito);
  • L’azienda per cui lavora il richiedente del prestito deve avere un numero minimo di dipendenti (solo alcune società concedono la cessione del quinto a clienti, la cui azienda ha un numero maggiore di 4 e inferiore a 16)
  • L’azienda per cui lavora il richiedente del prestito deve avere un capitale sociale superiore a un minimo stabilito;
  • L’iscrizione a un’assicurazione rischio vita e/o impiego in modo da garantire il finanziatore in caso di mancato pagamento.

L’ammontare massimo di questo tipo di prestito dipende dall’anzianità lavorativa, dal TFR maturato (per i dipendenti di aziende private) e dall’importo della retribuzione/pensione mensile.
Tutte queste prerogative per il prestito sono l’unica vera garanzia del finanziatore (naturalmente, maggiore è l’anzianità lavorativa, maggiore è il TFR, maggiore è la retribuzione/pensione mensile e maggiore può essere la cifra richiesta per il finanziamento).

Lista categorie di dipendenti che possono richiedere una cessione del quinto

Chi possiede le prerogative sopra descritte, può accedere a due forme di prestito con trattenuta dalla busta paga: cessione del quinto con rata fino al 20% dello stipendio o della pensione e prestito con delega (o doppio quinto), il quale rappresenta la possibilità di richiedere un secondo prestito con trattenuta di un ulteriore 20%.

Categorie di dipendenti pubblici

  • Dipendenti Banca d’Italia
  • Dipendenti INPS, INAIL, ENPALS, INPDAP
  • Dipendenti CNR ed Enea
  • Dipendenti della Corte dei Conti
  • Dipendenti Enav e Enac
  • Aziende Municipalizzate, Enti Pubblici e Parastatali
  • Dipendenti Ospedalieri
  • Dipendenti Poste Italiane
  • Medici
  • Dipendenti Comunali

Categorie di dipendenti statali

  • Insegnanti
  • Ministeri
  • Dipendenti di Ferrovie dello Stato
  • Carabinieri, Polizia, Esercito e Forze Armate

Caratteristiche e vantaggi della cessione del quinto

Uno dei vantaggi principali della cessione del quinto è che può essere richiesta anche da chi non ha un passato creditizio perfetto (protestati e segnalati cattivi pagatori) e non ha la possibilità di chiedere un prestito personale in quanto la garanzia è data dall’azienda per cui lavora.
Inoltre le banche o gli istituti finanziari concedono più facilmente questo prestito rispetto ad altri in quanto è più sicuro per i finanziatori.

In sintesi, la cessione del quinto dello stipendio o della pensione è l’unico prestito che protestati o segnalati come cattivi pagatori possono ottenere.

Tassi di interesse e imposte sulla cessione del quinto

Ovviamente bisogna sapere quali imposte e tassi di interesse esistono su questo tipo di prestito:

  • TAN (Tasso Annuo Nominale): è il tasso di interesse in percentuale dell’importo lordo del finanziamento (viene calcolato in base annua). È utilizzato per calcolare l’importo del finanziamento netto partendo dall’ammontare del finanziamento lordo (rata x durata). Il TAN non permette di controllare il costo del finanziamento totale poiché nel calcolo non sono compresi gli oneri accessori (es. spese iniziali, provvigioni di intermediari, ecc…);
  • TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale): a differenza del TAN, il TAEG è il calcolo complessivo del totale del finanziamento ed è molto utile conoscerlo per confrontare varie offerte. Esso è una misura espresso in percentuale (su base annua) del costo totale del finanziamento. Tuttavia, la legge italiana non prevede che nel calcolo del TAEG siano comprese le spese assicurative (ciò è a discrezione dell’agenzia finanziaria);
  • Spese assicurative: le spese assicurative obbligatorie sono a carico del cliente e non sono comprese nel netto del finanziamento;
  • Spese di istruttoria: l’importo erogato è al netto di queste spese; ciò vuol dire che le spese riguardanti i costi di valutazione e di gestione della domanda di finanziamento non sono a carico dell’istituto finanziatore, ma a carico del richiedente;
  • Commissioni bancarie: alcuni istituti finanziatori mettono a carico del richiedente anche le spese riguardanti le commissioni bancarie.

Preventivo Cessione del Quinto: documentazione necessaria

I documenti necessari per un preventivo dipendente pubblico/statale e privato sono i seguenti:

  • Ultime due buste paga complete
  • Certificazione unica 2015 completo di ogni pagina (ex cud)
  • Carta d’identità fronte e retro e valida
  • Tessera sanitaria fronte e retro valida
  • Copia contratto di cessione del quinto, se in corso
  • Copia contratto di prestito con delega, se in corso

I documenti necessari per un preventivo pensionato sono i seguenti:

  • Certificazione unica 2015 completo di ogni pagina e modello obis M, richiedibile al CAF, PATRONATO o INPS
  • Ultimi due prospetti della pensione
  • Carta d’identità fronte e retro valida
  • Tessera sanitaria fronte e retro valida
  • Copia contratto di cessione del quinto, se in corso

Ricevuti i documenti richiesti, verranno esaminati dagli operatori che richiedono i censimenti per le sole aziende private passando così, la documentazione con la relativa intervista al funzionario di vendita.
Conseguentemente verrà preparato un preventivo personalizzato corrispondente alle vostre esigenze.

Preventivo cessione del quinto: procedura per dipendenti privati, pubblici e statali

La procedura che effettuiamo per l’accettazione di una pratica per dipendenti privati, pubblici e statali:

  • Dopo la comunicazione di preventivo e accettazione da parte del cliente, come prassi, viene richiesto il certificato di stipendio all’amministrazione da cui dipende il cliente. La procedura prevede che venga firmata da parte del cliente una delega che verrà inviata via email all’ufficio del personale (nel rispetto di tutte le normative vigenti sulla Privacy). Nel caso del pensionato, verrà firmata una delega per scaricare quota cedibile dal portale Inps, senza più code inutili allo sportello.
  • Il certificato di stipendio è una sorta di dichiarazione di servizio completa dei dati anagrafici e contabili del cliente, con relativi impegni presenti in busta paga.
    Tale documento permette di confermare o migliorare il preventivo proposto in fase di comunicazione preventivo tra il funzionario di vendita e il cliente.
  • A questo punto il cliente firma la precontrattuale, consegna eventuali documenti necessari e la pratica viene caricata sul portale della compagnia bancaria dal nostro back office.
  • Entro 3 giorni lavorativi circa, salvo situazioni complicate che necessitano di preaccettazione, la pratica viene approvata.
  • A questo punto il funzionario fissa appuntamento con il cliente secondo loro accordi, anche a domicilio.
  • Il cliente firma il contratto e viene consegnato in compagnia.
  • La compagnia, effettuati i dovuti controlli notifica il contratto all’amministrazione di competenza. Intanto verrà richiesta emissione polizza assicurativa ed eventuali conteggi estintivi di cessioni del quinto o prestiti con delega, da estinguere anticipatamente.
    La notifica prevede un plico di documenti contenente oltre ad una copia del contratto firmato, anche un documento chiamato “atto di benestare“. È compito della Global Finanziamenti consultare l’amministrazione per il rilascio in tempi brevi di questo documento, timbrato e firmato dal personale competente.
  • Ricevuto questo documento ed eventuale aggiunta dell’ultima busta paga del cliente, si effettueranno le relative estinzioni di prestiti presenti in busta paga (se stabilito prima) e si provvederà alla liquidazione con bonifico sul conto corrente del cliente o tramite assegno.

N.B.

Solo in alcuni casi , amministrazioni richiedono liberatoria per il rilascio del benestare. In queste circostanze i tempi di erogazione si allungheranno, in quanto dopo la nostra estinzione, sarà necessario attendere almeno 10 giorni lavorativi per il rilascio di questo documento dalla finanziaria estinta, inviarlo in amministrazione e attendere l’atto di benestare.

Preventivo cessione del quinto: procedura per pensionati

La procedura che effettuiamo per l’accettazione di una pratica per pensionati è la seguente:

  • Dopo la comunicazione di preventivo e accettazione da parte del cliente, come prassi, viene scaricata quota cedibile all’INPS. Il cliente firma la precontrattuale e il nostro software carica la pratica sul portale della compagnia bancaria.
  • Entro 3 giorni lavorativi, salvo pratica che necessita di preaccettazione assicurativa (vedi presenza di pensione di invalidità) il contratto è pronto.
  • A questo punto il funzionario fissa appuntamento con il cliente secondo loro accordi, anche a domicilio.
  • Il cliente firma il contratto, il quale viene consegnato in compagnia.
  • La compagnia, effettuati i dovuti controlli, notifica il contratto all’INPS di competenza. Intanto verrà richiesta l’emissione della polizza assicurativa. Se non ci sono cessioni del quinto in essere da estinguere, l’INPS rilascia dopo qualche giorno dalla ricezione della notifica, il documento di messa in quota della rata, con il quale si provvederà a liquidare la pratica tramite assegno o bonifico.
    Se fosse presente una cessione del quinto, verrebbe richiesto il conteggio estintivo alla finanziaria e emissione della polizza, la pratica sarebbe notificata e l’INPS, la quale rilascerà una lettera di priorità, che indica che non ci sono state altre finanziarie che hanno notificato contratti di cessione del quinto, prima del nostro. Questo ci autorizza a procedere con l’estinzione della cessione del quinto in corso. Forniremo il conteggio estintivo con relativa disposizione di bonifico, per estinzione anticipata all’INPS che presa visione, rilascerà il documento di messa in quota, ricevuto il quale la nostra compagnia procederà con la liquidazione della pratica tramite bonifico o assegno secondo accordi.

N.B.

La posta certificata utilizzata dall’INPS, dalla varie aziende e dalla nostra compagnia, permettono di eliminare i tempi di spedizione delle notifiche e i tempi di spedizione degli atti di benestare o eventuali messe in quota.

Procedura di richiesta rimborsi quote

I nostri operatori si occupano di fare richieste per conto del cliente, di eventuali rimborsi di rate insolute, presenti nel conteggio.

In poche parole, facciamo tutto ciò che è in nostro potere per gli interessi del cliente.

Assistenza post-liquidazione pratica

Il cliente in genere dopo aver ottenuto il prestito, teme di non avere più riferimenti per eventuali domande sulla sua pratica.

Noi siamo sempre a completa disposizione. Ad esempio, nel caso venisse smarrita dal cliente parte della documentazione, (piano d’ammortamento, contratto o altro) possiamo prontamente inviarne una copia su richiesta del cliente.

Siamo sempre a disposizione per eventuali dubbi, domande o nel caso di estinzione anticipata, provvederemo noi alla richiesta del relativo conteggio estintivo.

Richiedi Prestito Online

Compila il seguente modulo per ottenere il tuo prestito: TAN 4.5% fisso, TAEG personalizzato. Finanziamenti tasso fisso. Preventivo gratuito. Agenti in tutta Italia.